Francesca Brencio, Con Hegel, non solo con Hegel

Dialettica e filosofia – ISSN 1974-417X [online]
Copyright www.dialetticaefilosofia.it APRILE 2012
 
 
1 aquiloni spx.jpeg
 
 
L’animo dell’uomo e la natura sono il Proteo che continuamente si trasforma. (G.W.F. Hegel)
 
 
Call for Papers
 
Titolo: Desiderio e desideri. Con Hegel, non solo con Hegel1 
Editor: Dialettica e Filosofia www.dialetticaefilosofia.it ISSN 1974-417X [on line] 
Deadline: 30 APRILE 2013
Nella Fenomenologia dello Spirito Hegel afferma che il desiderio è la prima forma tramite cui
l’autocoscienza fa la sua apparizione nel mondo. Questa proposizione costituisce anche il punto
di partenza della presente Call. In un linguaggio non strettamente hegeliano, si potrebbe dire che
l’uomo inizia a esserci innanzitutto in quanto desiderio. È nel suo desiderare che egli fa
esperienza emotiva di sé, del proprio corpo, degli altri e del mondo. Sta qui anche la sorgente che
nutre la lotta per il riconoscimento, questa lotta vita/morte, che origina da una dialettica
costitutiva del desiderio stesso, fra la cosa e l’altro.
Il tema del desiderio è pertanto estremamente attuale: in un mondo sempre più normalizzato e
amministrato, in una società che vive creando e ricreando, come in un cattivo infinito, i propri
                                                
1
 Si ringraziano per la stesura del presente progetto: Francesca Brencio e Antonio Carnevale.
Dialettica e filosofia – ISSN 1974-417X [online]
Copyright www.dialetticaefilosofia.it APRILE 2012
 
 
2
 
oggetti di desiderio, tornare a riflettere sulla struttura del desiderio in Hegel, vuol dire provare sia
a ripensare l’uomo in quanto soggettività generica e storica, detentrice di libertà universali, sia
parlare di uomini, donne e soggettività sociali e politiche concrete e plurali. Vuol dire,
individuare quell’animale sociale che, in un orizzonte decisamente relazionale, reclama
irriducibilità ad altro, irripetibilità psicofisica.
Proprio quest’ultimo passaggio fornisce l’ulteriore chiave di lettura della presente Call: Con
Hegel, non solo con Hegel. Oltre ma anche alle spalle di Hegel. Si pensi, per es., alla cupiditas di
Spinoza, e a come sia stata riletta in campo freudiano; senza parlare poi della ulteriore rilettura
lacaniana del tema propriamente kojeviano del desiderio. D’altra parte, l’interpretazione del
desiderio, quale manifestazione empirica di una coscienza finita, relazionale e storica, può essere
considerata una delle più interessanti sfide a Hegel stesso, per provare a decostruire e andare oltre
l’assetto istituzionale – considerato da più parti ormai desueto – entro cui il Filosofo di Stoccarda
aveva immortalato e naturalizzato la libertà degli uomini moderni.
Per tali ragioni, il desiderio ben si presta ad essere pensato alla luce dell’interdisciplinarietà,
prerogativa che può mettere soprattutto oggi la filosofia in dialogo con le altre scienze e
discipline, in un orizzonte teso a comprendere l’essere umano proprio come finitezza in
equilibrio dinamico fra Eros e Thanatos; una finitezza che pensa e desidera, che si trascende
eppure reclama un’appartenenza al mondo, alla radicalità delle cose.
——————————————————————
Si accettano papers inediti, working papers e recensioni a testi recenti e in linea col tema
proposto. Possono essere scritti in italiano o in inglese e devono essere inviati entro e non oltre il
30 APRILE 2013 al seguente indirizzo: quaderni@dialetticaefilosofia.it 
Tutti i contributi pervenuti, sia le note sia le recensioni, saranno referati in forma anonima. La
notifica di accettazione con eventuali modifiche da apportare sarà inviata agli autori entro la fine
del mese di Settembre 2013. 
Per qualunque informazione o chiarimento scrivere a: quaderni@dialetticaefilosofia.it o verificare
sul profilo Facebook di Dialettica e Filosofia.
————————————————————————–
NORME REDAZIONALI:
CARATTERE: TIMES NEW ROMAN 12 GIUSTIFICATO INTERLINEA SINGOLA
NOTE A Piè DI PAGINA
BIBLIOGRAFIA FINALE
 
Dialettica e filosofia – ISSN 1974-417X [online]
Copyright www.dialetticaefilosofia.it APRILE 2012
 
 
3
 
Esempio di Bibliografia:
A. Honneth, Kampf um Anerkennung. Grammatik sozialer Konflikte, Suhrkamp, Frankfurt a
M.1992, [trad. it. a cura di C. Sandrelli, La lotta per il riconoscimento il Saggiatore, Milano 2002]
 
Id., Il dolore dell’indeterminato, una attualizzazione della filosofia politica di Hegel, trad. it. a cura
di A. Carnevale, Manifestolibri, Roma 2003
 
R. P. Horstmann, Jenaer Systemkonzeptionen in Hegel, in: O. Pöggeler (hrsg. v.), Hegel. Eine
Einführung in seine Philosophie, Alber, Freiburg-München 1977, pp. 43-58
 
J. Hyppolite, Genèse et structure de la Phénomenologie de l’Esprit de Hegel, Aubier-Montaigne,
Paris 1946 [Genesi e struttura della fenomenologia dello spirito, trad. it. a cura di G. A. De Toni,
La Nuova Italia, Firenze 1972 (1989, 1999)]
 
K. H. Ilting, Hegel diverso. Le filosofie del diritto dal 1818 al 1831, trad. it. a cura di E. Tota,
Laterza, Roma-Bari 1977
————————————————————
 
 

Francesca Brencio, Con Hegel, non solo con Hegelultima modifica: 2013-01-30T16:00:42+01:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento