Fiorello Cortiana, Roberto Franceschi per una memoria viva

La sera del 23 gennaio 1973 era in programma un’assemblea del Movimento Studentesco presso l’Università Bocconi. L’allora Rettore dell’Università quella sera ordinò che potessero accedere solo studenti della Bocconi con il libretto universitario di riconoscimento, escludendo lavoratori o studenti di altre scuole o università. Il Rettore informò la polizia, che intervenne, con un reparto della cele…re, intenzionata a far rispettare il divieto con la forza. Ne nacque un breve scontro con gli studenti e i lavoratori e, mentre questi si allontanavano, poliziotti e funzionari spararono vari colpi d’arma da fuoco ad altezza d’uomo. Lo studente Roberto Franceschi fu raggiunto al capo, l’operaio Roberto Piacentini alla schiena. Entrambi caddero colpiti alle spalle.
Dobbiamo averne memoria, non per rancore ideologico ma per due ragioni.
Difendere il diritto di parola e di partecipazione alla politica e sentirci impegnati con i nostri figli a dare esempi e valori, per provare sempre l’ambizione di dare forma e senso al futuro.
 th-2.jpeg
Fiorello Cortiana   

Fiorello Cortiana, Roberto Franceschi per una memoria vivaultima modifica: 2013-01-23T15:32:22+01:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento