Fellini e la fontana

cascata 36_n.jpg
“Non faccio un film per dibattere tesi o sostenere teorie. Faccio un film alla stessa maniera in cui vivo un sogno. Che è affascinante finché rimane misterioso e allusivo ma che rischia di diventare insipido quando viene spiegato”.
FEDERICO FELLINI
(Rimini, 20 gennaio 1920 – Roma, 31 ottobre 1993)
Chissa’, puo’ anche essere vero, cio’ che disse. Certo, e’ vero pure che i suoi “sogni” erano sono e saranno i sogni di milioni e milioni di persone, che anche al di fuori del “misterioso e dell’allusivo” le sue opere erano sono e saranno piene di fascino, che non c’e’ spiegazione – e lui, volente o nolente, le spiegazioni le da’, ovviamente a modo suo – che sia insipida. Per quanto concerne le “tesi”, il materiale umano e di storie che ogni suo film contiene non fa che ispirarle, alimentarle. Fellini, dunque, un simpatico bugiardo? No. Fellini – un poeta.
<http://www.youtube.com/watch?v=GKN1T3K1idg>

Fellini e la fontanaultima modifica: 2013-01-21T16:28:47+01:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento