Monica Maria Seksich,Non voglio che sia Facebook a dirmi..

Monica Maria Seksich    17 dicembre 16.39.11

 

273197_100001983116475_2030079763_q.jpg

Non voglio che sia Facebook a dirmi quali sono stati i momenti salienti del 2012. In questo anno folle, dove la tristezza ha dipinto gli occhi di tutti tranne i ciechi al potere, ho avuto la ventura di conoscere persone straordinarie, che mi hanno fatto capire che la vera ricchezza sono quel patrimonio inestimabile che alle volte sono le storie personali. Roberto, che ha avuto il coraggio di uscire da una setta religiosa e piano piano sta ricostruendo la propria vita. Ro, che scrive storie meravigliose col coraggio di vivere in prima persona la sofferenza che racconta, Tom, che ha una storia familiare che potrebbe riscrivere la storia d’Italia, Mari che se ne fotte della sua malattia e porta avanti un sogno dove la Bellezza è per tutti, Ba’ che incanta con le sue parole misteriose dense di passione e di dolore. E il tutto portato con un sorriso, con una battuta, tutto trasformato in musica, in parole, in arte. Mi ricorderò di questo anno, in cui la gente ha iniziato a cercare di capire cosa succede davvero nel mondo e non è più disposta a bersi qualunque panzana mediatica. Dove finalmente si ricomincia a pensare di rimboccarsi le maniche e resistere, cosa che noi italiani sappiamo fare benissimo.

Monica Maria Seksich,Non voglio che sia Facebook a dirmi..ultima modifica: 2012-12-18T16:18:24+01:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento