Franco Fortini, Di voi

franco Fortini

Di voi

Il metallo è stato corroso dai gas. La vernice non ha resistito. I corpi hanno ribrezzo. Voi li avete disfatti che mutate il diritto in assenzio. E’ necessario ricordare. Non avere di voi nessuna pietà. Lo spessore del metallo chi ha deciso di ridurlo? La lamiera è filata così fino al pancreas. Gli orfani la possono toccare. La mente più sottile l’avete strappata con due dita. Alla vita futura non avete creduto mai. E’ necessario volere che subito siate uccisi. Quando sarete spariti il bene non verrà al mondo: nostri il dolore il male la memoria del male. Ma vengano altri nemici. Più terribili! Non voi che così umanamente sorridete. E’ necessario che nessuno si ricordi di voi mai. guga21.jpg

Franco Fortini, Di voiultima modifica: 2012-10-12T18:27:11+02:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento