Dario Bellezza, Roma 1989

Dario Bellezza, Roma 1989

È avventizio il mio essere reale.Yoshiro Tachibana - las sirenas.jpg
Sleale è insistere su chi sono io.
‘Il punto partenza e scontato
l’arrivo è certo nello stato
attuale: morte come sostanza
o strato finale di un cuore malato.
Oh, vorrei rinascere, ritornare indietro
ma non posso. Troppo ho peccato
di peccati non miei, attribuiti
a posteri, mancati inganni.
Cerco amori nuovi, violente sere.
Perdono chiedo a chi non amai.
Forse verrò domani ad un prato
verde, – e non sarò più solo.

Dario Bellezza, Roma 1989ultima modifica: 2012-09-30T13:07:03+02:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento