alberto arbasino EPICA E NOSTALGIA DELLA MODERNITA’ LE CON LE DONNE MALEDETTE DI KLIMT

per i 15O anni della nascita  del pittore viennese si aprono musei e svolgono esposizioni in tutto il mondo. Tre anche in Italia
alberto arbasino  EPICA E NOSTALGIA DELLA MODERNITA’  LE
 CON LE DONNE MALEDETTE DI KLIMT
 facce borghesi, paesaggi e cartoline di un ‘900 elegante e fatale
corriere della sera 15 LUGLIO, PAGINA 29

Vienna: tutti pazzi per Klimt   

Unknown-4.jpeg

L’opera allegorica di Klimt, Morte e vita – 1916
VIENNA – Quattro musei un solo slogan: Gustav Klimt e la nascita dell’arte moderna di Vienna. Così Vienna ha deciso di celebrare – per tutto l’anno appena iniziato – il grande pittore che ‘compie’ ben 150 anni (1862 – 1918).
Il primo ad omaggiare l’artista è stato il Belvedere, sede della più grande collezione al mondo di suoi dipinti ad olio. Dallo scorso 25 ottobre – e fino al 4 marzo 2012 – il museo festeggia il pittore mettendo a confronto le sue opere con quelle di un altro pioniere del modernismo, l’architetto e designer Josef Hoffmann. La scelta è stata quasi obbligata visto che i due hanno collaborato per decenni nell’intento di creare un’armonia tra il visivo e le arti applicate. Il loro era un sodalizio riuscitissimo, infatti, entrambe personalità di spicco nel panorama artistico emergente di Vienna, frequentavano gli stessi ambienti e lavoravano per la stessa clientela.
Il curatore, Alfred Weidinger, attraverso dipinti, disegni originali, modelli e documenti storici vuole portare alla luce la genesi e l’impatto sulla scena artistica – che sempre più andava evolvendo verso il Modernismo viennese – dei loro progetti comuni. La mostra, in occasione del Centocinquantenario, occupa le sale del Belvedere Inferiore e contempla opere come i ritratti di Fritza Riedler e Sonja Knips, e ancora Donna davanti al fuoco e Serpenti d’acqua  I.
Nel Belvedere Superiore, sede della collezione permanente delle opere di Klimt dal periodo giovanile alle ultime rimaste incompiute, il visitatore troverà il suo capolavoro: Il bacio.
Dal 14 febbraio al 6 maggio 2012 ad esibire le opere dell’artista sarà anche il Kunsthistorisches Museum. Il museo inaugurerà una mostra incentrata sulle doti di disegnatore di Klimt, piuttosto che sulla sua attività come pittore. Per la prima volta sarà possibile fruire in modo ravvicinato delle pitture murali da lui realizzate lungo la parete nord dello scalone principale dell’edificio e per accompagnare gli increduli visitatori alla serie di dipinti raffiguranti importanti periodi dell’ arte europea, tra i quali l’antica arte egizia, nonché quella greca e romana, è stato eretto un ponte che attraversa la larghezza della Scala e resterà li sospeso fino alla fine delle celebrazioni.

alberto arbasino EPICA E NOSTALGIA DELLA MODERNITA’ LE CON LE DONNE MALEDETTE DI KLIMTultima modifica: 2012-07-15T16:34:50+02:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento