MICKY,Le donne 50enni sempre più vitali, anche sessualmente(

Unknown.jpeg
Le donne 50enni sempre più vitali, anche sessualmente(
Posted by miki85 on aprile 18, 2012
Le donne italiane sono sempre più attive e piene di vita sia quando fanno le nonne che nella vita sessuale. Le cinquantenni di oggi sono diverse dalle loro madri. La conclusione della fase di vita riproduttiva apre la porta a un altro ciclo altrettanto importante e le donne di oggi non si lasciano andare ad atteggiamenti rinunciatari.
”Ormai in Italia meta’ delle donne tra i 55 ed i 64 anni e’ nonna, contro il 37,9% degli uomini. Si sono sposate giovani e hanno avuto figli presto, oggi le ‘over 50′ sono nonne molto attive”. Lo spiega, dati Istat alla mano, Emilia Degennaro, responsabile dell’ente di formazione e di analisi dei comportamenti BBC, intervenuta oggi alla presentazione dell’indagine sulle ‘Over 50′ condotta da Donneuropee Federcasalinghe e Fondazione Organon. ”La famiglia – dice l’esperta – ha un ruolo centrale: tra figli ancora in casa, marito e genitori anziani, oggi la donna ‘over 50′ si occupa di almeno quattro persone. Ma nel tempo libero e’ attenta alla salute e alla forma fisica. Tanto che una nonna su quattro vive sola, contro l’8% dei nonni. E si fa largo una nuova tendenza: nipoti che vanno a vivere dai nonni, non solo per motivi di studio”. Insomma, aggiunge l’esperta, sempre piu’ ragazzi lasciano la casa di mamma per quella di nonna. ”Non solo perche’ e’ vicina all’ateneo scelto. Un fenomeno che i ricercatori dell’Universita’ la Sapienza stanno indagando con un apposito progetto di studio – dice la Degennaro – e che potrebbe spiegarsi anche con il fatto che i nonni presentano un modello familiare tradizionale ed equilibrato. O con l’attenzione a non privare l’anziano, rimasto solo, della sicurezza della propria casa: il nipote diventa cosi’ una compagnia”.
La donna over 50 oggi fa esercizio fisico, e’ attenta alla salute, e’ sempre piu’ colta, non rinuncia al lavoro, usa il pc e naviga su Internet. A dispetto di vecchi stereotipi, sfodera una marcia in piu’. E pensa a linea e benessere. Il 50% delle cinquantenni va in palestra, il 37% fa sport e una su due va dal ginecologo almeno una volta l’anno. Il 24% lavora, il 30% usa il pc e il 22% si muove con disinvoltura sul web. ”Si tratta di una generazione di cinquantenni completamente nuova, piu’ attente al benessere e con un atteggiamento piu’ positivo rispetto al passato – ricorda Emilia Degennaro, dell’Ente di formazione e studio Bcc – un ritratto in cui non mancano alcuni nei”. Solitudine, specie dopo i sessant’anni, una certa insoddisfazione sessuale e i disturbi legati alla menopausa. ”La generazione che oggi ha tra i 50 e i 60 anni anticipa una tendenza: il declino del modello casalinga-moglie-madre – spiega la Degennaro – viene sostituito da quello lavoratrice-moglie-madre”. La ‘fotografia’ ha indagato lo stile di vita di una generazione di donne che rappresenta, nella fascia tra i 50 e i 69 anni, oltre 7 milioni di italiane, un quarto dell’intera popolazione femminile femminile del Belpaese. Ecco cosa emerge:

Quella che ha come protagoniste le cinquantenni di oggi e’ una rivoluzione in cui restano elevate le ore di lavoro, in casa e non: il 56% delle donne con figli dichiara di lavorare almeno 60 ore a settimana, contro il 16% degli uomini. Mentre a lavorare fra le cinquantenni e’ il 23,4%, contro un 47% di casalinghe e un 22% di pensionate. Impegnate nella cura dei figli ancora a casa e dei genitori anziani, pur essendo coinvolte in misura sempre maggiore nel lavoro. ”Oggi le donne devono essere tutte le dee dell’Olimpo insieme”, spiega Rossella Nappi, ginecologa e sessuologa.

Il 70% delle iscritte alle universita’ della terza eta’ e’ donna, mentre fra le intervistate tre su dieci hanno fatto le superiori e il 16% l’universita’. Inoltre l’indagine ha messo in evidenza che a un maggiore grado di scolarizzazione, corrisponde un minor livello di ansia. Vera passione delle ‘over 50′ sembra essere poi l’apprendimento di una lingua straniera.

Una su due non rinuncia alle lezioni settimanali, e il 37% pratica un’attivita’ sportiva.

Il 30% lo usa per lavoro, studio o svago. In particolare, ad impiegare il pc e’il 23% delle 50-59enni e il 19% delle ‘over 60′. Curiose e attente alla novita’, le italiane che hanno superato gli ‘anta’ amano navigare in Internet: lo fa il 24% delle 50-59enni e il 20% delle sessantenni.

Tra i 60 e i 69 anni il 47% delle donne e’ sola, contro il 21% delle 40-49enni e il 26% delle 50-59enni. La presenza di un partner si riscontri piu’ frequentemente accanto a donne con un’istruzione superiore.

”La donna ‘over 50′ ha ancora un atteggiamento ambivalente nei confronti degli anni che passano, tuttavia, tende ad affrontare positivamente questo momento in un’ottica di informazione e confronto con il ginecologo”, spiega Rossella Nappi, ginecologa e sessuologa. ”Il 57% vede positivamente eventuali terapie della menopausa e il 94% fa controlli regolari, con l’intento di migliorare la propria qualita’ di vita. Siamo lontani, dunque, dai tempi in cui si andava dal ginecologo solo per partorire”.

”Il partner – spiega l’esperta – e’ importante emotivamente e cognitivamente. La sessualita’ gioca un ruolo centrale nella relazione, e per questo la donna denuncia i disturbi e le problematiche legate alla vita sessuale”. Fra le ‘over 50′ in menopausa esaminate, il 60-70% per cento riferisce disturbi quali rapporti dolorosi, difficolta’ a raggiungere l’orgasmo, e il 76% calo della libido. ”Ma la base biologica della libido e’ endocrina – dice l’esperta – quindi dipende dagli ormoni maschili e femminili che costituiscono ‘la benzina’ della risposta sessuale. Una riduzione della libido in menopausa e’, pertanto, una ‘spia rossa’ molto fedele della carenza ormonale e puo’ rappresentare un segno segreto di un malessere. A giocare un ruolo fondamentale e’ dunque il ginecologo, che ha il compito di aiutare globalmente le donne a realizzare il loro progetto di qualita’ di vita”.

MICKY,Le donne 50enni sempre più vitali, anche sessualmente(ultima modifica: 2012-06-29T17:54:35+02:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento