Toni Negri,La riappropriazione sociale del comune

La riappropriazione sociale del comunePubblicato il 23 aprile 2012 · in alfapiù, libri, società · Antonio Negri La fase attuale è caratterizzata dalla crisi di tutte le sinistre che non si vogliono costituenti. Viviamo in un periodo di lotte contro la crisi economica e politica del capitalismo – lotte che rivelano in maniera sempre più ampia uno spirito rivoluzionario. I … Continua a leggere

Leni Remedi,L’orrore fenomenologico di H. P. Lovecraft:seconda parte

Critica Impuraletteratura, filosofia, arte e critica globaleL’orrore fenomenologico di H. P. Lovecraft: il sogno e il nichilismo, il fascinans e il tremendum (Seconda Parte)Pubblicato il22 aprile 2012di LENI REMEDI Stupore metafisico ed orrore: fascinans e tremendumNel romanzo breve (o racconto lungo) Alle montagne della follia, scritto nel 1931 e pubblicato successivamente [1], narrante l’avventura di un gruppo di scienziati nelle … Continua a leggere

Giuseppe Tamburrano,Per il 120° del PSI

Parliamo di socialismoa cura della Fondazione Pietro Nennihttp://fondazionenenni.wordpress.com/ Per il 120° del PSI L’area socialista e di sinistra si appresta a celebrare il 120° anniversario della nascita del PSI con molteplici iniziative e manifestazioni. Saranno commemorazioni retoriche o si apriranno nuovi orizzonti? Vi è un avvenire per il nostro sole. Se lo vogliamo! di Giuseppe Tamburrano E’ un dovere verso … Continua a leggere

moltiinpoesia,DISCUSSIONE Il vecchio e il giovane.

domenica 22 aprile 2012 DISCUSSIONEIl vecchio e il giovane.Cosa si muovenella “critica militante”della poesia italiana? Pubblico questo “contrappunto” (punctus contra punctum, nota contro nota): brani tratti dal libro Dalla lirica al discorso poetico di Giorgio Linguaglossa e stralci di saggi del suo giovane e antagonista interlocutore, Ivan Pozzoni.* L’emarginazione della poesia, il venir meno della polis («la polis che non … Continua a leggere

Stenio Solinas,La tragedia del Titanic è divenuta simbolo

  La tragedia del Titanic è divenuta simbolo della società dei consumi che si crede immortale…di Stenio Solinas – 16/04/2012 Fonte: il giornale La tragedia del Titanic di un secolo fa è divenuta simbolo della società dei consumi che si crede immortale e della “fine della storia” Era talmente inaffondabile, il Titanic, che un secolo dopo essere colato a picco, … Continua a leggere

Luigi Manconi,Non erano solo canzonette

CULTURA20/04/2012 –Non erano solo canzonette da LA STAMPA Gino Paoli, il “grande rivoluzionario” PIERO NEGRI Francesco De Gregori accusato da Giaime Pintor, sulle riviste della «controcultura», di povertà musicale e cedimento al Kitsch, difeso da Luigi Manconi in nome dello specifico canzonettistico: «La parola è costruita su una frase musicale, è testo di una canzone; è parte, cioè, di un’opera … Continua a leggere

Matteo Zito,Dedicata a tutti i fratelli che si sono stancati dell’Italia

[L’Arte della Meraviglia] Nuovo link Dedicata a tutti i fratelli che si sono stancati dell’Italiapubblicata da Matteo Zito il giorno martedì 27 settembre 2011   Benvenuti nel mio infernoDice una scritta sul muroIlluso perché non c’è futuroUn presente in fiammeLe famiglie pagano il conto al governo che ci riempie di tasseSolo quelle rendono ricca la coronaChi ci guarda sta sempre … Continua a leggere

Francesco Erbani, Ricordo di Giorgio Caproni

Cento anni fa nasceva Giorgio Caproni, noi lo ricordiamo così. Francesco Erbani Giorgio Caproni. Il centenario di un poeta di poche parole «L’ importante è risparmiare al massimo il rumore delle parole», diceva Giorgio Caproni stringendo in una battuta il senso profondo del suo far poesia. «Non mi piacciono la logorreaei versi lunghi», aggiungeva, «mi piace essere incisivo». Nella parola … Continua a leggere

Benedetta Tobagi, Luigi Manconi, Guido Bertagna,LE PAROLE DI SONJA

UNA CITTÀ n. 161 / Dicembre-Gennaio 2009 Articolo di Benedetta Tobagi, Luigi Manconi, Guido Bertagna LE PAROLE DI SONJAUna vicenda, quella dei familiari delle vittime del terrorismo, sempre al crocevia tra pubblico e privato; la parola “riconciliare” e l’inesigibilità del perdono; uno Stato che carica le vittime di responsabilità che non hanno; il senso di colpa e il volto dell’altro. … Continua a leggere

giuseppe Bailone, Hobbes: la geometria dei doveri e dell’obbedienza

  Hobbes: la geometria dei doveri e dell’obbedienza   Thomas Hobbes nasce nel 1588, “fratello gemello della paura”.[1] La madre, terrorizzata dall’avvicinarsi dell’Invincibile Armata spagnola, lo partorisce, infatti, anzitempo. Il padre è un pastore anglicano di campagna. Impara presto e molto bene il greco e il latino. Non ha ancora quindici anni quando traduce in versi latini la tragedia greca … Continua a leggere