Matteo Zito,Dedicata a tutti i fratelli che si sono stancati dell’Italia

[L’Arte della Meraviglia] Nuovo link

Dedicata a tutti i fratelli che si sono stancati dell’Italia
pubblicata da Matteo Zito il giorno martedì 27 settembre 2011

brutto anatroccolo..jpg

 

Benvenuti nel mio inferno
Dice una scritta sul muro
Illuso perché non c’è futuro
Un presente in fiamme
Le famiglie pagano il conto al governo che ci riempie di tasse
Solo quelle rendono ricca la corona
Chi ci guarda sta sempre seduto nella poltrona
Ci dice quello che dobbiamo fare
E i primi sono loro a non rispettare
Leggi su leggi non si capisce niente
Noi fra seggi su seggi raccontiamo barzellette
Basta che in tv ci mostrano culi e tette
Faccio come Mentana vado su la 7
Almeno non faccio la fine di Bruno Vespa
Che parla, sparla, dice e dopo lecca
Altronde come fanno tutti
Nel nome di una dittatura non dichiarata
La popolazione a poco a poco schiavizzata
La tipa si esibisce in tanga
Chi a Montecitorio si perde nella bamba
Così combattono la frustrazione
Ma qui si parla anche di prostituzione
Chi mi rappresenta è un delinquente che non va in prigione
Io dopo 50 anni di lavoro nemmeno vedo la pensione
Triste generazione corrotta
Triste generazione morta
L’alba dei morti viventi
Fra i super eroi vedo i loro difetti
Perché io sto qui a scrivere la rima?
Tu dalla poltrona aumenti l’un percento di iva
Iva me la struzzo mentre ascolto mina
I bei tempi di una Italia in fiore
Qui si parla di secessione
Dividere la nazione
Fuori dai cugliun
Brutto terrun
Un motto di vergogna
Eppure masse di ignoranti seguono questa folla
Io sono solo un prodotto di un volgare insegnamento marxista
Definito così dal mio analista mentre scrive lodi al partito fascista
Pace amore mon amour
Queste parole non le conosce il Senatur
Che se la ride fra donne plastiche
Il sud da anni porta avanti le fabbriche
La freddezza di un animo sconvolto
Mica hai bisogno di fare sei all’enalotto
Mentre faccio il botto sotto la pioggia
Maroni fra sorrisi invoglia la lotta contro la criminalità
Quindi da palazzo madama deve iniziare
Perché non dichiara il casellario giudiziario il parlamentare
10 mila euri al mese vi garantiscono l’immunità
Fra sesso droga e pornostar
Dimenticavo nella torta la ciliegina
In parlamento abbiamo avuto Cicciolina
Sicuramente più credibile di tanti altri
Fa porno alla luce del sole
Non ha rubato soldi come gli altri vigliacchi
Ma un giorno qualcuno vi servirà il conto
Salato da pagare duro da digerire
Il mio sogno è quello di vedervi perire
Quel giorno la popolazione userà il cervello
Come gli egiziani che hanno ribaltato il governo
Noi in quanto italiani
Sappiamo solo parlare
I fatti li vediamo al telegiornale
Mentre ci facciamo sottomettere
Mai fra di noi ci sediamo a riflettere
Avanti così non si può andare
Che fare?
Sono furbo mando certificato e non vado a lavorare
Fatti futili
Che inutili
Ed ancora siamo a parlare
Ancora persone vanno a votare
Pagheremo anche l’aria da respirare
Dobbiamo lottare
Questa Italia deve cambiare

Matteo Zito,Dedicata a tutti i fratelli che si sono stancati dell’Italiaultima modifica: 2012-04-20T17:19:44+02:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento