Agostino Costa, GIOCATTOLO DI DIO

GIOCATTOLO DI DIO
pubblicata su facebook da Agostino Costa il giorno domenica 25 settembre 2011 alle ore 15.26

Sei un giocattolo di Dio,
mosso come una pedina sulla dama.balenabianca.jpg
Ti consideri uomo, ma in verità, oltre che un essere vivente,
sei poco più che un meschino animale.
Il tuo pregio  è che sai parlare
ed hai l’innato senso della ragione,
ma sin dal primo giorno del peccato originale
lavori più duro d’una bestia per il tuo pane.
Distruggi e rovini e ti senti invincibile padrone
ed intanto ti trovi ad un passo dalla fine.
Ma ancora accumuli tesori.
Inquini non solo la terra ed il mare,
ma anche l’aria.
Costruisci atomiche e reattori,
palazzi con ferro e cemento più alti delle nuvole
e mi racconti che questo è amore per il progresso
e di sottofrugio mi prendi per fesso.
Siamo fratelli per circostanze anologhe
ma non mi consideri a fatto alla tua pari,
anzi no, mi consideri ancora di meno
e se l’uccidere non fosse un reato
son sicuro che mi compreresti una bella busta di veleno
perché come una mosca
ti assillo e ti pungo il naso
per la semplice ragione che non mi gustano,
no, non mi gustano e non mi piacciono
 e trovo sbagliate le tue azioni,
e da questo momento in poi ti faccio anche il bidone
se ti trovi sul palco a fare il politico dei miei coglioni.
 

Agostino Costa, GIOCATTOLO DI DIOultima modifica: 2011-09-27T18:16:11+02:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento