aNTONIO Gramsci, Odio gli indifferenti

Unknown-1.jpeg

LUNEDÌ 11 APRILE 2011

“…sembra che la storia non sia che un enorme fenomeno naturale, un’eruzione, un terremoto, del quale rimangono vittima tutti, chi ha voluto e chi non ha voluto, chi sapeva e chi non sapeva, chi era stato attivo e chi indifferente. E questo ultimo si irrita, vorrebbe sottrarsi alle conseguenze, vorrebbe apparisse chiaro che egli non ha voluto, che egli non è responsabile. Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente, ma nessuno o pochi si domandano: se avessi anch’io fatto il mio dovere, se avessi cercato di far valere la mia volontà il mio consiglio, sarebbe successo ciò che è successo?…I più di costoro, invece, ad avvenimenti compiuti, preferiscono parlare di fallimenti ideali, di programmi definitivamente crollati e di altre simili piacevolezze.”
(da A. Gramsci, Odio gli indifferenti)
***

aNTONIO Gramsci, Odio gli indifferentiultima modifica: 2011-05-09T15:47:46+02:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento