marco belpoliti ,Tendenza sex

Da LA STAMPA

marco belpoliti

Tendenza sex
SASSOLI_.jpg

Nella toilette del treno sopra il water, c’è un adesivo di colore verde. A caratteri cubitali è scritto: «STEFY tranSEX»; sotto in minuscolo: «ti aspetta per conoscerti». Accanto, il disegno di una coppia che sta copulando: l’uomo, con indosso calzoni scuri, copre una donna sdraiata, la quale, a sua volta, lo circonda con le gambe. Dal disegno del rapporto sessuale, in apparenza etero, promana una strana dolcezza che sembra trovar conferma nella scritta posta sopra: «in ambiente riservato e tranquillo». In fondo al rettangolo, incollato sulla parete, c’è il numero di cellulare di Stefy. Fin qui qualcosa di già visto, anche se da qualche tempo questi adesivi sembravano spariti. La novità sono i caratteri arabi che riempiono la parte centrale: segno che la clientela di Stefy è anche araba. Purtroppo non sono in grado di leggerli; suppongo che ripetano le medesime frasi dell’italiano. Che arabo sarà? Quello coranico? O invece una delle varie versioni in uso nel Nord Africa?

C’è stato un periodo in cui questo tipo di adesivi – per lo più etero – era diffuso nelle cabine telefoniche delle grandi città. A Londra, in particolare, all’inizio degli Anni Novanta, intorno ai telefoni ce n’erano a decine; vi si leggevano le offerte di Samantha, Alice, Margaret e altre ragazze. Una grafica squillante, in cui predominava l’immagine della gamba con calza nera, o la silhouette della donna, o ancora il seno prosperoso. Alcune pubblicità erano delle fotografie (vero o presunte, non si sapeva bene), con la ragazza in posa da pin up. Un artista, allora giovanissimo, Francesco Vezzoli aveva preso spunto proprio da questi adesivi per realizzare una serie di ricami in cui riproduceva le scritte, uno dei suoi primi lavori esposti. Lo stile dell’annuncio erotico sembra oggi essersi evoluto verso qualcosa di diverso, introducendo un elemento «affettivo» nella scena pubblicitaria. Non è solo Stefy che propone una sorta di approccio easy all’incontro sessuale, ma l’intera pubblicità delle escort – termine che ora sostituisce «prostituta» – è sempre più friendly. Nel caso poi del transessuale, la doppia identità – maschile e femminile – ispira un approccio meno gridato, più soft; lo conferma anche il verde quale colore di fondo. Quello che ho visto nella toilette del treno pendolari è solo un caso o invece una nuova tendenza?

marco belpoliti ,Tendenza sexultima modifica: 2010-05-27T14:38:36+02:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento