Ennio Abate, Chi è più arroccato alla vecchia liturgia?

Caro Attilio,ho visto che La Grassa ti ha già risposto su cosa può significare oggi (per lui) essere “comunisti” o “anticapitalisti” o “leninisti”( ma senza condividere l’analisi di Lenin sull’imperialismo), ecc.Mi sembrano risposte sensate e lontane dagli stereotipi ai quali – ripeto sbrigativamente, vista la stazza di studioso – tu ricorri.Da parte mia sono incerto se sia più produttivo un … Continua a leggere

Attilio Mangano, Lettera a Ennio Abate

Caro Ennio, ho provato adesso a leggere e rileggere le tue osservazioni , mi rimproveri di essere sbrigativo e mi inviti a non esserlo. Ma io non so bene di cosa dovrei discutere,quel che dichiari di apprezzare in La Grassa è uno stile e un atteggiamento antimitico e una critica dei vari marxismi,  condivido in parte o in tuttto,ma poi … Continua a leggere

Nicola Fanizza. Ricordando Piero Delfino Pesce

nuova versione riveduta e corretta rispetto a quella precedente del 27.6.   RICORDANDO PIERO DELFINO PESCE A SETTANT’ANNI DALLA MORTE Nicola Fanizza ARNALDO MUSSOLINI, OVVERO IL LETTORE INATTESO La visione dalla terrazza della casa paterna – che dà sul grande giardino del palazzo dei Pesce – dei filari di magnolie e di alberi rari ed esotici; il profumo intenso e … Continua a leggere

Massimo Tomasutti,” Venetismi” vari

Massimo Tomasutti EUROPA VENETA, RAIXE VENETE E “VENETISMI” VARI Cari amici, pare proprio che alcune mie prese di posizione sulla spinosa questione della cosiddetta “identità e nazione veneta” (che spero abbiate potuto leggere nel blog) non siano state affatto digerite da qualche esponente – diciamo così -, dell’intellighenzia culturale ‘venetista’. A detta di alcuni di questi, infatti, io sarei un … Continua a leggere

Umberto Eco, Il nemico della stampa

Il nemico della stampa Data di pubblicazione: 10.07.2009 Il premier e il suo seguito, mica tanto in fondo, è quello che gli italiani si meritano e a quanto pare vogliono. Basta ascoltare l’incredibile silenzio sul nucleare. L’Espresso n. 28 2009 (f.b.) Sarà il pessimismo della tarda età, sarà la lucidità che l’età porta con sé, ma provo una certa esitazione, … Continua a leggere

Franco Toscani, Balducci ( 4)

9.  La polarità homo editus / homo absconditus e l’ambivalenza delle religioni.   Balducci leggeva la pluralità delle culture e delle esperienze religiose alla luce della polarità, di ascendenza blochiana, tra homo editus e homo absconditus, affinché la riserva d’umanità insita nelle varie culture e religioni fosse finalmente posta al servizio dell’ “uomo planetario”. Dal punto di vista storico, le religioni … Continua a leggere

Barbara Spinelli, E ancora fuggiamo dalla Grande Madre

da LA STAMPA 5/7/2009 E ancora fuggiamo dalla Grande Madre BARBARA SPINELLI La fuga dall’Africa ha inizio centomila anni fa, quando un primo drappello di uomini varca l’istmo di Suez e si spande nel mondo. Lo storico John Reader sostiene che non erano più di cinquanta, su un milione di uomini. L’homo sapiens aveva mosso i primi passi nel continente … Continua a leggere

Bruno Accarino, La caverna di Blumenberg

da IL MANIFESTO, 4 luglio 2009   Bruno Accarino IL LUNGO APPRENDISTATO ALLA MODERNITA’ La caverna DI BLUMENBERG Uscito per Medusa il saggio di Hans Blumenberg su Platone. Un’opera dove il filosofo tedesco muove dall’elaborazione antropologica sulla natura umana per giungere alla conclusione che la ricerca della verità sia un viaggio senza meta finale e con molte soste dovute alla … Continua a leggere

Michele Salvati, Il convitato di pietra

dal CORRIERE DELLA SERA IL BIPOLARISMO E LE SCELTE DEL PD Il convitato di pietra Magari le questioni sulle quali il prossimo congresso del Pd si dividerà fossero quelle descritte da Panebianco nel suo editoriale di martedì scorso! Di queste — la crisi della sinistra europea, l’incapacità di quella italiana di fare i conti col suo passato, l’amalgama non riuscito … Continua a leggere

Felice Besostri, Etsi non daretur

dal  ‘L ‘Avvenire dei lavoratori SABATO 4 LUGLIO 2009 Felice Besostri: Etsi non daretur ———————————————————- Fate come se Berlusconi non ci fosse Spero si perdoni la parafrasi, un po’ blasfema della famosa espressione “Etsi Deus non daretur”, che riflette l’esigenza di argomentare in ambiti civili prescindendo da considerazioni strettamente teologiche. Non protesterà l’interessato, non schivo dal paragonarsi al Signore o … Continua a leggere