Attilio Mangano, Se questo significa ripensare Marx

Si, certo, in rete circola di tutto, poi sta a ognuno di noi  saper distinguere, ragionare con la propria testa  etc.  In pochi minuti  leggo i messaggi che invitano a non lasciare sola Teheran e quelli  dei vari antimperialisti  che  giudicano tutti a seconda del suo nesso  con gli Usa, la distanza  tra le politiche dei diritti umani e quelle … Continua a leggere

Piero Pagliani, Ricordo di Giovanni Arrighi

Ricordo di Giovanni Arrighi di Piero Pagliani Dopo una battaglia contro un tumore durata un anno Giovanni Arrighi si è spento il 18 giugno scorso nella sua casa di Baltimora, città dove insegnava Sociologia alla Johns Hopkins University. Nanni, come lo chiamavamo, era nato in Italia nel 1937 e si era laureato in economia all’università Bocconi di Milano nel 1960. … Continua a leggere

Uriel, Il metodo di indagine Travaglio

Il metodo di inadagine Travaglio è attendibile? di Uriel – 26/06/2009 Fonte: wolfstep Mi arriva una richiesta riguardante la mia opinione personale su Travaglio. Personalmente non ho un’ottima opinione, e questo deriva dal fatto di avere lavorato in passato con delle perizie informatiche per la difesa di alcune persone. Quello che ho notato e’ lo strapotere dell’accusa in tutto il … Continua a leggere

Gilberto Tura, Un caffè con Cèline

Un Caffè con Céline di Gilberto Tura – 26/06/2009 Fonte: lf-celine.blogspot Nell’ambito della nascita della critica céliniana in Italia, fondata, finalmente, su basi scientifiche e sviluppatasi nella seconda metà degli anni ’60, s’inserisce il n. 3 del 1970 della rivista bimestrale IL CAFFE’ letterario e satirico. Vi compaiono, tradotti da Lino Gabellone, due testi di Céline: Viva l’amnistia, signore! e … Continua a leggere

Ermanno Rea, I quadri di Valenzi

da IL MANIFESTO RICORDIdi Ermanno Rea quadri di Valenzi Quando lo scrittore di «Mistero napoletano» posava per il sindaco Pci morto l’altro ieri. Storia di un’amicizia   Di Maurizio Valenzi ho sempre amato soprattutto il sorriso. Anzi meglio: il sorriso della sua intelligenza. Ma non nel senso che l’abbia mai considerata un’intelligenza banale o poco graffiante. Al contrario. Capace anzi … Continua a leggere

Stefano Catucci, Foucault 25 anni dopo

da IL MANIFESTO 25.06.2009 Stefano Catucci Foucault 25 ANNI DOPO   LA VOLONTÀ DI DARE FORMA AL MORIRE Uscire dal mondo in punta di piedi fu la scelta del filosofo francese contro le pretese spettacolari di una società del controllo. Il corso terminato tre mesi prima di morire mostra una netta opposizione al tentativo di trasformare la sua ricerca in … Continua a leggere

Matteo Tacconi, Quando Jacko faceva sognare

da EUROPA 26 giugno 2009 Quando “Jacko” faceva sognare l’Est Michael Jackson ha sdoganato nell’Europa dell’Est l’ambizione a un modello sociale e culturale alternativo. Come fecero i Beatles negli anni ’60. Ricorda Rj Eskow, sull’Huffington Post: «Quando arrivammo sui monti Sar, in uno sperduto villaggio, una gang di ragazzini mi si avvicinò. Ci fu un momento di silenzio, poi…”Michael Jackson, … Continua a leggere

intervista a Pietro Barcellona

la globalizzazione ha distrutto gli spazi simbolici. di Pietro Barcellona (Intervista a) – 25/06/2009 Fonte: ilsussidiario Il tempo delle analisi post-voto si è ormai concluso e riprendono quota quelle sulle riforme, sui partiti e sugli scenari possibili. Ma tutto questo rischia di nascondere e far dimenticare che ci troviamo in una crisi della politica molto profonda, che è crisi della … Continua a leggere

Valentino Parlato, Intervista a Luciano Gallino

Gallino: «La sinistra torni alla classe» da IL MANIFESTO Data di pubblicazione: 25.06.2009 Autore: Parlato, Valentino Intervista al sociologo Luciano Gallino: l’errore della sinistra europea è di essersi adattata alla globalizzazione. Questa crisi della sinistra è una crisi italiana, con Berlusconi, oppure è europea? Direi che, seppure con molte differenze tra un paese e l’altro, è una crisi europea che … Continua a leggere

Bernardo Cervellera, Liu Xiaobo venti anni dopo

RIBUTTATO IN PIAZZA TIENAMMEN LIU XIAOBO VENT’ANNI DOPO • da Avvenire del 25 giugno 2009, pag. 2 di Bernardo Cervellera Liu Xiaobo è uno degli intellettuali e dissidenti più brillanti della Cina di oggi. Il suo arresto è stato ora motivato con l’accusa di «sovversione contro lo Stato». In realtà Liu, 53 anni, non ha mai svolto alcuna attività violenta, … Continua a leggere