attilio mangano come discutere della sinistra del futuro senza Lolita a Teheran?

attilio mangano  come discutere della sinistra del futuro senza Lolita a Teheran?



categoria  immaginario politico


++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

Sarà Lolita a salvare il mondo? Me lo chiedevo cinque anni fa in uno scritto che partiva dal riferimento al noto libro di AZAR NAFISI, Leggere Lolita a Teheran spiegando che le giovani generazioni iraniane erano così diverse da quelle dei loro padri da delineare un futuro di cambiamenti , tanto più che dopo le decine di migliaia di morti della guerra fra Irak e Iran, in cui la generazione di mezzo era stata distrutta dalla guerra, loro erano ormai di fatto la nuova maggioranza del paese.
Quello che sta avvenendo in questi giorni e in queste ore è di una importanza straordinaria perchè fa capire che niente sarà più come prima, anche se non si può affatto escludere una nuova Piazza Tienammen a Teheran e le precipitazioni degli eventi possono diventare drammatiche, di certo sono i blog dei giovani iraniani ad avvisare e a raccontare al mondo. E ha una posta un gioco, nell’universo globale della comunicazione, di cui forse non ci si rende conto, basta pensare un attimo a quello che può cambiare anche nella politica israeliana, così tesa dall’angoscia di un bombardamento nucleare iraniano da non sapere come rispondere al messaggio e alla proposta di Obama. Come non connettere infatti il significato simbolico e politico della politica proposta da Obama su Medio Oriente e dintorni alle ondate molteplici che stanno cominciando ad agitarlo, alla clamorosa sconfitta delle forze che in Libano si preparavano alla nuova guerra ? Se qualcuno pensa che però alla fine tutto questo ha poco a che vedere con la morte politica ed elettorale della sinistra in Europa e con il tormentone all’italiana su cosa fare da noi adesso che le altre sinistre non han raggiunto il quattro per cento e l’unico spazio che conta è quello del Pd oppure addirittura dell’Italia dei valori, su come e quando sarà possibile battere il berlusconismo stesso, sul fatto se abbia ancora senso un partito nuovo, una sinistra nuova, etc io credo che stia sbagliando e che si ostini a non guardare al di là del proprio naso o delle storie del Papi . La domanda da porsi comincia a essere questa, la sinistra del futuro si chiama Lolita a Teheran.



attilio mangano come discutere della sinistra del futuro senza Lolita a Teheran?ultima modifica: 2009-06-13T22:20:01+02:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento