Armando Todesco, E’ora di credere all’Italia

E’ ora di credere  all’Italia  guga24.jpg
 
L’immigrazione degli stranieri in Italia e’ ormai vecchia e data da 20-30 anni .
Siamo arrivati alla generazione dei figli dei figli degli immigrati e quindi e’ storia che  verra’ rivista negli anni avvenire .
Abbiamo accettato che gli stranieri  siano stati  in maniera  a volte vergognosa messi davanti per le loro esigenze  infischiandosene  dei sacrifici che noi italiani nel contempo pagavamo ogni mese.
Anzi abbiamo pagato per anni e anni  per pagare le esigenze varie che gli stranieri mettevano in campo .Spesso le esigenze venivano messi davanti  in maniera bugiarda  aumentando di molto lo spessore .
Noi di fronte a queste cose ripeto eravano in una situazione di subordinazione psicologica , comprendevamo e accettevamo tutto in base al principio che noi non  avendone bisogno accettavamo  tutto.
Abbiamo poi  lasciato che le case di tutti noi italiani  venissero prese dagli stranieri e ora vediamo le nostre belle case costruite sempre coi nostri soldi occupate dagli stranieri e faranno la fine che hanno fatto le case comunali cioe’ vendute alla speculazione  e tolte agli italiani per sempre .
Abbiamo lasciato che gli stranieri ci prendessero interi settori di vita economica italiana  anche a scusa della nostra timidezza nell’affrontare le avversita ‘e sacrifici nuovi indispensabili  per metter in piedi un’azienda o un qualcosa che assomiglia a una vendita .
E ora gli italiani si trovano spesso alle dipendenze degli stranieri.
E spesso sono sottoposti e angariati dagli stranieri .
Per cui mentre decenni fa il marocchino lo chiamavamo vu cumpra o  maometto o altro ,ora finiamo per esser noi a essere sottoposti a  offese  come non buoni a niente e  senza ossa .
Tutto questo perche’ gli italiani sono troppo buoni e comprensivi   degli altri .
Ma ora e ‘ il momento di dire basta .
Perche’ se andiamo avanti cosi’ finiremo a vendere l’Italia che rimarra’ soltanto il nome geografico di Italia e basta .
Negli ultimi giorni si e’ messo anche un prete della curia  che per fare ottenere un documento a una donna rumena che  segnalava la presenza come sempre  di bambini ecc .si e’ messo a fare …uno sciopero della fame .
Questo prete non mi risulta che abbia fatto qualcosa  di simile a favore di un italiano  che esigenze di figli o altro  ha anche lui .
 
Per tutto questo che si e’ detto  io lancio l’invito a tutti gli italiani di riscattarsi ,di svegliarsi e di vedere che  pur avendo perso  molto  dello spazio a loro riservato si puo’ ancora fermare questo processo  di perdita della nostra identita’ .
Quindi forza italiani lanciamo la testa e tiriamoci su le maniche  .
Noi possiamo ancora fare molto senza cedere di un passo di fronte agli altri concorrenti .
Possiamo ancora rovesciare quel piano inclinato che abbiamo accettato senza colpevolita’ per anni .
Raddirizziamoci quindi e alziamo in alto la nostra bandiera e il nostro futuro e impariamo a fare i padroni in casa nostra .
 
 
Armando Todesco
 
armandotodesco@alice.it
 

Armando Todesco, E’ora di credere all’Italiaultima modifica: 2013-02-15T19:15:25+00:00da mangano1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento